Adotto un gatto, chi scelgo?

Adotto un gatto, chi scelgo?

Prima di adottare un gatto è bene riflettere attentamente su quale stile di vita avrà con noi: i gatti non amano passare troppo tempo da soli, meno che mai se chiusi in un appartamento poco stimolante per buona parte della giornata! Sarebbe inoltre conveniente che l’ambiente in cui vivrà fosse quanto più simile a quello in cui è nato: un gatto cresciuto all’aperto (strada o campagna che sia) mal si adatterà alla vita in appartamento mentre un gatto abituato a vivere esclusivamente in casa, se lasciato in giardino, potrebbe mettersi in situazioni, anche pericolose, che nessuno gli ha insegnato a gestire.

Valutato ciò, ci si potrà chiedere chi vorremmo avere accanto: un giocherellone o un micio più calmo? Sarà più facile che un gatto di razza abbia precise caratteristiche fisiche e comportamentali. Alcuni esempi: adottando un siamese avremo un compagno chiacchierone sempre alla ricerca di nuovi stimoli mentre un persiano si mostrerà più mite ma avrà bisogno di cure costanti. Il Romeo di strada invece, soprattutto se piccino, sarà una continua scoperta!

Infine la domanda più ovvia: gattino o adulto?

È importante ricordare che un gattino, con la sua incessante vitalità, richiederà inizialmente molte attenzioni, tempo e impegno nell’educarlo. Sarebbe opportuno, inoltre, che il piccolo stesse con la mamma almeno fino alle otto settimane così da favorire un corretto sviluppo del suo carattere: la mamma, infatti, lo aiuterà in questi due mesi a scoprire il mondo che lo circonda con spirito positivo, a imparare a dosare morsi e graffi e ad accettare meglio i ‘no’ della vita.

Un gatto adulto invece presenterà già un aspetto e una personalità definiti. Andando in gattile potremo dare una seconda chance a individui abbandonati per i motivi più vari: non è detto, infatti, che l’abbandono sia dovuto a un temperamento troppo esuberante o che un gatto adulto impieghi più tempo ad affezionarsi alla nuova famiglia rispetto a un micino! Spesso infatti possiamo trovare gatti che hanno perso i propri compagni di vita umani e che non aspettano altro che trovare un’altra famiglia che li possa accogliere.

Un Medico Veterinario Esperto in Comportamento animale saprà sempre consigliarvi e aiutarvi nella giusta scelta.

Estratto video di questo articolo è andato in onda il 26/01/2014 su Canale 5 durante la trasmissione L’Arca di Noè.
Link (dal minuto 9:00 al minuto 10:28)

Posted on: 25 Gennaio 2014Quisquilie